Al limite del Parco della Resistenza (di fatto la sua insegna) la Torre che fu dell’acquedotto è opera (1964) del prestigioso studio milanese degli architetti BBPR. Doverosamente si è deciso di non abbatterla. Urgente è l’intervento di manutenzione prima che il degrado divenga irreparabile.

La nitida rappresentazione fotografica di Giancarlo Pradelli

La nitida rappresentazione fotografica di Giancarlo Pradelli Italia Nostra salutò con soddisfazione la determinazione comunale di non corrispondere alla richiesta di demolizione della Torre piezometrica di Via Ancona avanzata dall’ente gestore Hera come misura di messa in sicurezza degli impianti di acquedotto. Fu allora riconosciuta la straordinaria qualità architettonica della singolare struttura realizzata nel 1964 […]

Leggi questo articolo →

Avviato dalla Soprintendenza il procedimento per la tutela indiretta dei due edifici vincolati dello Stabilimento Stanguellini.

Rendering dell’edificio progettato nell’area dei capannoni abbattuti La Soprintendenza ha dato avvio al procedimento per la tutela delle condizioni di ambiente dei fabbricati superstiti dello storico insediamento delle Officine Stanguellini, con la prescrizione che nell’area interposta tra il Villino Liberty di Viale Moreali e l’edificio razionalista della Concessionaria Fiat di Via Schedoni la nuova edificazione […]

Leggi questo articolo →

Per volere della Amministrazione comunale, assecondata dalla Soprintendenza, spazzati via dalle ruspe i capannoni dell’originario Stabilimento Stanguellini. Vergogna per Modena!

Non si parli più, per favore, di Modena città dei motori. I capannoni della storica Officina, la matrice della celebrata vocazione della città per la motoristica dell’automobile, sono stati rasi al suolo. Li aveva vincolati l’originario piano regolatore, ma il Comune concordò poi  con la proprietà la variante che li sopprime per far posto a […]

Leggi questo articolo →

Officine Stanguellini addio!

Lo ricordano i modenesi. Lo storico Stabilimento Stanguellini, la superstite matrice della celebrata vocazione motoristica della città, era stato da un saggio piano regolatore destinato ad attrezzature collettive. Ma poi un accordo di pianificazione negoziato con il Comune dalla proprietà (indifferente alla gloriosa memoria della famiglia) portò alla variante che sopprime quella destinazione e lì […]

Leggi questo articolo →

Manifattura tabacchi di Modena fra storia e vocazione negata.

PRO MEMORIA  Una scelta urbanistica sbagliata, rimessa alla valutazione di convenienza della nuova (privata) proprietà, rivelatasi sbagliata, come oggi dobbiamo constatare. Italia Nostra aveva suggerito la destinazione ai nuovi insediamenti universitari (a Venezia la facoltà di architettura sta nel complesso dell’ex Cotonificio). Un progetto architettonico di radicale ristrutturazione degli spazi interni contro la vincolante disciplina […]

Leggi questo articolo →

La demolizione dell’ARBE, voluta dalla Amministrazione comunale

Sorprendono le dichiarazioni che il Carlino ha ricevuto da fonte responsabile della Amministrazione comunale a proposito del permesso di demolire l’opificio ARBE, l’architettura dovuta al sapiente disegno di Vinicio Vecchi. Non è vero affatto che il Comune non possa imporre vincoli conservativi su edifici di proprietà privata dei quali riconosca la qualità e il valore […]

Leggi questo articolo →

MODENA INDUSTRIALE DA SALVARE – Le Officine Grafiche ARBE

Le Officine Grafiche ARBE, l’architettura industriale di più alta qualità del Novecento a Modena, non possono essere cancellate dalla storia della città.  L’analisi della struttura ne conferma la compatibilità con la nuova destinazione commerciale. Nei giorni scorsi il Consiglio Comunale ha approvato la trasformazione urbanistico-edilizia dell’area dell’ex Arbe Grafiche in via Emilia Ovest, perché vi […]

Leggi questo articolo →