Italia Nostra sul Polo Logistico Conad nel quartiere Sacca. Un intervento contro l’interesse pubblico alla razionale disciplina urbanistica della zona, perseguito in aperta violazione di una vincolante disposizione della legge urbanistica dello Stato

Siamo in “ambito specializzato per attività produttive” e sono “aree di rilievo comunale” quelle considerate nella zona elementare n.392 che registra un consistente e consolidato insediamento residenziale contornato da aree nelle quali è stata data attuazione alla previsione di tipiche attività produttive. La vigente disciplina di zona elementare pone rigorosi limiti di contenimento a queste […]

Leggi questo articolo →

Italia Nostra con i cittadini di Castelnuovo Rangone che si oppongono alla demolizione del Cinema Verdi La legge urbanistica della Regione Emilia Romagna vieta di creare nuove piazze nel tessuto edilizio dei centri storici

La determinazione della Amministrazione Comunale di Castelnuovo Rangone di procedere alla demolizione dell’edificio del Cinema Teatro Verdi, compreso nello storico insediamento urbano, per ricavarne una piazza, ha suscitato motivate riserve tra i cittadini. E proprio per porre pubblicamente in discussione quel progetto nei rapporti con l’Amministrazione si è di recente costituito un apposito Comitato. Alla […]

Leggi questo articolo →

Nessuna diversa funzione dentro il prezioso giardino romantico di Villa Sorra!

Si vuole infilare un ristorante con le sue cucine nella serra/limonaia, così sottratta alla storica e attuale funzione di servizio al giardino. Ma più grave ancora: entra nel giardino una funzione estranea (la ristorazione,  per valorizzare – si intende – le risorse agroalimentari del territorio) che ne altera l’identità e contrasta con la sola ammissibile  […]

Leggi questo articolo →

La Stazione delle Ferrovie Provinciali di Modena: davvero una Stazione “piccola”?

Diversi anni fa era apparso sul quaderno di Patrimonio Industriale (IBC AIPAI. VII. 2014) l’articolo sulla Stazione delle Ferrovie Provinciali di Modena che qui facciamo seguire. Si tratta di una riflessione ancor oggi pienamente condivisibile che rimarca la profonda unitarietà delle strutture, create e pensate nel loro complesso, anche all’interno di un quartiere non a […]

Leggi questo articolo →

Italia Nostra: perché nel fronte del maestoso Palazzo Ducale di Modena non può essere, oggi, infissa alcuna lapide.

Pubblichiamo la lettera inviata a ciascun Consigliere del Comune di Modena Modena,  11 ottobre 2021. Ai Consiglieri del Comune di Modena Italia Nostra: perché nel fronte del maestoso Palazzo Ducale di Modena non può essere, oggi, infissa alcuna lapide. Italia Nostra ritiene doveroso far conoscere ai Rappresentanti della Comunità modenese eletti in Consiglio comunale il […]

Leggi questo articolo →

Beppe Zagaglia, il fotografo più ispirato della nostra Modena, che sta montando in un video le dichiarazioni sulla città dei tanti cittadini suoi amici, ha registrato pure quella del presidente della sezione modenese di Italia Nostra. Che ha detto la sintesi, contenuta in poco più di un minuto, del testo che qui pubblichiamo.

I modenesi sono molto orgogliosi della loro città che è stata per oltre due secoli e mezzo la capitale di uno stato, come neppure la grande Bologna, l’eterna rivale. E hanno rimosso il ricordo della considerazione in cui la teneva il Montesquieu venuto a Modena per conoscere il suo corrispondente Muratori (une petite ville, pas […]

Leggi questo articolo →

Piazza Mazzini sacrificata alla improbabile resurrezione del suo ipogeo. Non chiamiamola più piazza.

Le piazze dei centri storici sono riconosciute come beni culturali dal Codice dei beni culturali e del paesaggio (art.10, comma 4. lettera g) e ad esse quindi si applicano i modelli di intervento conservativo (consecutivo articolo 29) come manutenzione e restauro, ovviamente adeguati alle speciali natura e funzione delle piazze degli insediamenti urbani di oggi. […]

Leggi questo articolo →

Che ha da dire Italia Nostra, le si chiede, sull’annunciato avvio dei lavori entro il Sant’Agostino?

Alla sollecitazione della Stampa a esprimersi sugli ultimi sviluppi della vicenda del “Sant’Agostino” Italia Nostra è tentata di rispondere di non avere nulla da dire. Se non – forse – che ci sono voluti ben quindici anni per cominciare a fare quello che nel 2006 l’associazione aveva indicato perché fosse colta nella generosa disponibilità del […]

Leggi questo articolo →