MODENA INDUSTRIALE DA SALVARE – Le Officine Grafiche ARBE

Le Officine Grafiche ARBE, l’architettura industriale di più alta qualità del Novecento a Modena, non possono essere cancellate dalla storia della città. 

L’analisi della struttura ne conferma la compatibilità con la nuova destinazione commerciale.

Nei giorni scorsi il Consiglio Comunale ha approvato la trasformazione urbanistico-edilizia dell’area dell’ex Arbe Grafiche in via Emilia Ovest, perché vi sia insediata una nuova struttura commerciale (“Bricoman”, superficie di vendita di circa 2500 metri quadrati). Il permesso di costruire, in deroga allo strumento urbanistico, prevede l’integrale demolizione dell’opificio industriale da alcuni anni dismesso dalla sua funzione.

L’Assessore che ha proposto la deliberazione al Consiglio ha però omesso di informarlo che l’opificio ex ARBE è edificio di alta qualità stilistica progettato nei primi anni settanta del Novecento dall’architetto Vinicio Vecchi e come tale fatto oggetto della ricognizione attuata dal civico “Ufficio ricerche e documentazione sulla storia urbana” (“Vinicio Vecchi, un architetto e la sua città. Regesto delle opere”, 2008) e più attentamente riconsiderato nella esemplare pubblicazione del mese scorso dallo stesso Ufficio presentata al Teatro del Collegio San Carlo (“Città e architetture industriali. Il Novecento a Modena”, Panini editore). La scheda dedicata all’edificio ne dà la rappresentazione fotografica e di un estratto dalle tavole grafiche di progetto, rilevando che : “si sviluppa secondo un movimento dei profili misurato e sinuoso, arricchito dagli effetti chiaroscurali prodotti dalle superfici rigate dei fronti, che fa dell’edificio un unicum nella produzione dell’architetto e un preciso elemento di caratterizzazione e riconoscibilità del luogo”.

Italia Nostra pone alla responsabilità della Amministrazione comunale la esigenza che non siano cancellati i principali documenti della città industriale novecentesca espressa in architettura di qualità e che siano perciò conservate le strutture dell’opificio ARBE, verificata la loro compatibilità con la conversione alla nuova destinazione commerciale.

Modena, 27 maggio 2016.

Italia Nostra, sezione di Modena.

Commenti

commenti