Un chiarimento utile non solo per chi non è del mestiere.

2826819-sequestro_chioschi_modena

Italia Nostra, come ogni altro soggetto privato, non ha alcun potere sull’esercizio dell’azione penale  per fatti – reato per i quali si procede d’ufficio, non a querela di parte. Per i “chioschi” il Pubblico Ministero ha proceduto d’ufficio sul fondamento delle indagini e degli accertamenti compiuti, su sua delega, dalla polizia giudiziaria, il Corpo Forestale […]

Leggi questo articolo →

Lo storico Molino di Mezzo lasciato abbattere dagli uffici della tutela.

Lo storico Molino di Mezzo di Bazzano (alla convergenza dei territori di Spilamberto e Castelfranco) lasciato abbattere dagli uffici della tutela. Italia Nostra alza la sua protesta nel nome dell’offeso patrimonio storico artistico della Nazione.  Lo aveva intuito l’occhio sicuro di Anna Maria Matteucci (l’insigne storica della architettura dell’università bolognese) e le ricerche di archivio […]

Leggi questo articolo →

Italia Nostra per la salvaguardia del paesaggio pedecollinare di Spezzano.

Italia Nostra per la salvaguardia del paesaggio pedecollinare di Spezzano (Fiorano Modenese). L’associazione è intervenuta nel procedimento diretto alla approvazione di un vasto intervento di edificazione (“polo scolastico”, “Hospice” e lottizzazione residenziale) nel paesaggio pedecollinare di Spezzano, nel declivio dal Castello, e ha partecipato alla conferenza di servizi, motivando le ragioni che si oppongono all’intervento […]

Leggi questo articolo →

Abusi nel Parco della Rimembranza: l’intervento di Elio Garzillo

L’ AFFAIRE “PARCO DELLA RIMEMBRANZA” L’opinione pubblica modenese ha preso molto sul serio l’Affaire Parco della Rimembranza e ne sta grattando le varie slide per capire cosa effettivamente contengano. E’ la stessa cosa, peraltro, che sta facendo la Procura della Repubblica, che ha deciso il sequestro delle strutture in via di realizzazione all’interno del “Parco” […]

Leggi questo articolo →

Abusi nel Parco della Rimembranza: variante “illegittima”, un inizio che deve preoccupare

Una variante (illegittima) per salvare l’abusiva lottizzazione commerciale  del parco della rimembranza.   La prima determinazione urbanistica della giunta comunale. Un inizio che deve preoccupare. 1. La disposizione di regolamento urbanistico – edilizio che la giunta vuole  modificare (art. 13.21) non è che l’applicazione di una prescrizione – vincolante per la pianificazione comunale – della legge […]

Leggi questo articolo →

Abusi nel Parco della Rimembranza: richiesta alla Procura di valutazione sequestro prevenivo dei cantieri edili

Al Signor Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Modena, Dottor Vito Zincani, Italia Nostra, associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico artistico e naturale della Nazione, sezione di Modena, che già con l’esposto del 14 febbraio ultimo scorso ha prospettato come fatti di reato i lavori edilizi intrapresi e ancora in corso nel […]

Leggi questo articolo →

Abusi nel Parco della Rimembranza: abusiva lottizzazione del Parco per un “uso illecito” di bene culturale

Abusiva lottizzazione del “Parco” per un “uso illecito” di bene culturale. Non è un’iperbole parlare di lottizzazione se la deliberazione della Giunta comunale prevede la edificazione di oltre 2500 metri cubi su una complessiva superficie di oltre 700 metri quadrati. Su un parco di riconosciuto interesse culturale, dove, per insuperabile comando del Piano Regolatore (art.13.21 […]

Leggi questo articolo →

Abusi nel Parco della Rimembranza: sul punto di uscire di scena, non rimpianta, questa amministrazione vuole lottizzarlo e convertire i chioschi in stabili edifici seriali

Era uno dei magniloquenti progetti, si ricorderà, di quel fascicolo patinato che, firme congiunte di Sindaco e dell’allora Assessore, lanciava Modena nel futuro. “Modena Futura”, appunto. Un flop si è poi in generale rivelato per la fortuna dei modenesi, allontanato perfino l’assessore. Un unico progetto,  affidato, ma perché mai, ad un universitario di Torino, ce […]

Leggi questo articolo →