“Novi Park” – Perché non si dica che Mutina splendidissima oggi meglio riposerebbe nel fondo indisturbato dell’Ippodromo Ottocentesco

foto Gazzetta di Modena

E’ noto il giudizio critico di Italia Nostra sul “parco archeologico” messo sul tetto della grande (molto costata ma poco utilizzata) pubblica autorimessa, come un suo arredo di prestigio. Sgradevole, dicemmo, anche il giochetto di parole Novi Park – Novi Ark. Ma averlo fatto, il parco, comporta la responsabilità di conservarlo come si deve. Dalla denuncia dei 5Stelle del settembre 2015, all’articolo della Gazzetta del febbraio scorso, finora nessuna misura è stata presa, neppure per riattivare il sistema di allarme. Mentre progressivo è il processo di degrado. Soltanto oggi, insieme alla nuova denuncia del Carlino, giunge infine la dichiarazione di intenti dell’amministrazione comunale, in affanno per l’imminente scadenza di Mutina splendidissima.

Commenti

commenti