Occultata con indifferenza, resiste, la “piccola placca di storia” modenese.

Ci eravamo attenuti alla apparenza che ci aveva indotto a segnalare la creduta perdita di un minore ma significativo documento di storia della nostra città. Ancora invece resiste (come ci è stato obbiettato) il residuo cardine che reggeva il cancello dell’ex Ghetto di Modena su via Blasia. Infisso sul pilastro all’angolo della piazzetta Molinari di fronte all’abside della chiesa di San Giorgio, è stato solo mascherato da una spessa verniciatura che ha coinvolto il paracarro, celando alla vista la struttura di ferro. Che rimane lì a imperitura memoria, come è il caso di dire (e forse è il caso di rimetterlo in vista).

 

Commenti

commenti